[imc-abruzzo] [dossier] mobilitazioni

vinc3nt vinc3nt a riseup.net
Dom 5 Ott 2008 14:12:16 PDT


questo che segue Ŕ il capitolo sulle mobilitazioni abruzzesi. non c'Ŕ  
granchŔ da scrivere, perchŔ manifestazioni sono state poche e non c'Ŕ  
granchŔ di reperibile in giro [solo video].
cmq.. se Ŕ ok, lo inseriamo.

------------------------------------------------------------------------ 
------------------------------------------------------

Il disagio degli abruzzesi contro il centro oli, ha dato vita ad un  
movimento di contestazione spontaneo e slegato dalle forze politiche  
[la maggior parte peraltro favorevole all'installazione dello  
stabilimento], un movimento eterogeneo formato da persone di tutte le  
etÓ, studenti e cittadini che ha dato vita ad altrettanto eterogenee  
iniziative e mobilitazioni.

il 23 settembre 2007, una prima manifestazione attraversa le strade  
di Ortona.

il 24 novembre, una manifestazione attraversa le strade di Pescara.

il 4 marzo a l'aquila, una delegazione di un migliaio di persone ("la  
spedizione dei mille") ha assediato la sede della regione dove Del  
Turco e politicanti di destra e sinistra sospendevano all'unanimitÓ  
ogni decisione riguardo il Centro Oli fino al 31 dicembre. [http:// 
abruzzo.indymedia.org/article/5547]

il 15 marzo a Pescara viene organizzata da emergenzAmbiente abruzzo,  
una manifestazione per porre all'attenzione di tutti e tutte i  
problemi ambientali in abruzzo, dal Centro Oli alla discarica di  
Bussi. Manifestazione a cui hanno preso parte oltre 6000 persone e  
aderito oltre 50 tra associazioni, movimenti, radio, sindacati e  
comitati. [http://abruzzo.indymedia.org/article/4552]

il 1 giugno, dopo il ritrovamento di alcune macchie di petrolio sulle  
coste di San Vito (ch), a seguito delle ricerche di petrolio degli  
agenti dell'ENI, decine di barche affollano il mare, contestando la  
presenza dei petrolieri. [http://abruzzo.indymedia.org/article/5272]

il 21 luglio 2008 nell'universitÓ d'Annunzio a Pescara, un'iniziativa  
pubblica mette a confronto i una serie di scienziati indipendenti  
[tra cui Maria Rita D'Orsogna] contrari al centro oli, agli ingegneri  
al soldo dell'ENI.
Tutte le argomentazioni sollevate riguardo l'estrema pericolositÓ di  
quell'impianto, sono state accolte e confermate di rappresentati  
dell'ENI e definite come il prezzo da pagare per il progresso.  
[http://abruzzo.indymedia.org/article/5404]

il 27 settembre e il 4 ottobre a Pescara vengono organizzati sit-in  
in piazza per informare sugli effetti dell'idrogeno solforato.

Accanto a questa serie di iniziative per richiamare l'attenzione  
della gente su un problema comune, il "comitato natura verde"  
promotore della gran parte di mobilitazioni contro il Centro Oli, ha  
lanciato una campagna di raccolta fondi per comprare gli unici  
terreni ancora non ceduti all'ENI. Una corsa contro il tempo e contro  
le intimidazioni dell'ENI.

Per chi volesse donare i dati sono questi:
Bonifico bancario intestato a "Comitato Natura Verde"
Coordinate bancarie IBAN: IT73 B060 5077 890C C064 0080 876

per maggiori informazioni sulla campagna rimandiamo al sito  
www.comitatonaturaverde.it

_____
vinc3nt

noblogs:
http://vinc3nt.noblogs.org
gpg key:
http://keys.indymedia.org/






Maggiori informazioni sulla lista imc-abruzzo