[Imc-torino] Seconda bozza policy --> dai che ce la facciamo

ombra ombra a riseup.net
Mer 14 Mar 2007 16:29:45 UTC


Seconda bozza policy.

Ho mischiato tutto quello che ci siamo detti per ora. restano due punti 
che sono controversi. L'incipit, e il punto 8.

Riusciamo a chiarirci cosi' o ci vediamo per una riunione?

---

Noi non censuriamo nulla.

Il gruppo di lavoro che si è costituito per dar vita a
indymedia piemonte e che si occupa di gestirne il newswire
si è dato questa policy editoriale [link ad una pagina wiki che ne 
spiega funzioni e perchè]. La policy, pur nell'alveo del network 
indymedia,  potrà sempre essere ridiscussa, qualora il gruppo lo ritenga 
necessario. Il gruppo di lavoro può allargarsi per cooptazione. I post 
che non rispettano la policy che segue non vengono eliminati ma vengono 
occultati, e restano quindi visibili e consultabili in una pagina 
diversa dalla home [link della pagina coi post occultati]

1. Post che abbiano contenuti razzisti, sessisti, fascisti. Indymedia
Piemonte inoltre non ammette la presenza nei post di link a siti che
abbiano i medesimi contenuti: il tentativo di inserire un link diretto 
ad un sito di questo genere impedirà la pubblicazione (link alla "lista 
nera" aggiornata dei siti di cui non desideriamo link diretti dai post).

2. I messaggi che contengono palese spamming pubblicitario vengono
occultati, ma non eliminati. Sono inclusi in questa categoria lo
spamming elettorale e la propaganda di partiti e strutture
istituzionali. Per quanto riguarda invece la pubblicazione di
appuntamenti ed eventi di qualsiasi tipo, che non abbiano attinenza con
l'elaborazione e la condivisione di informazioni ed analisi, ricordiamo
che lo spazio adatto è l'agenda[link] del sito e che quindi tali rimandi
verranno occultati.

3. I messaggi doppi o vuoti vengono nascosti.

4. I post possono essere occultati o editati su richiesta di chi li ha
pubblicati: aggiungete un commento sotto il messaggio che desiderate
modificare spiegando che cosa volete nascondere o cambiare ed il perchè.
Inoltre i post fuori policy possono essere segnalati dagli utenti
cliccando sul tasto xy visibile sopra/sotto/di fianco ad ogni messaggio
pubblicato. In questo modo potete contribuire e facilitare il lavoro 
degli admin sul newswire.

5. I messaggi finalizzati al semplice insulto o alla minaccia
personale vengono nascosti. Gli scazzi personali e le
chiacchiere da portinaie del movimento auspichiamo tutti si abbia la
capacita' di gestirle nei luoghi e nei modi adeguati, in incontri,
assemblee, risse, schiaffi o davanti ad una bottiglia di birra,
evitando di fare diventare indymedia piemonte il gazzettino del
pettegolezzo del movimento.

6. I messaggi privi di alcun contenuto informativo vengono nascosti.
Per *nessun contenuto informativo* intendiamo post che rientrano solo
parzialmente negli altri punti previsti da questa Policy. Puo' essere
nascosto perche' *privo di contenuto informativo*, per esempio, un
contributo di poche parole come: *sono stufa: ribelliamoci!*.

7. ..altri messaggi, per quanto talvolta dubbi, ambigui, palesemente
scritti al Viminale oppure raccapriccianti, ce li teniamo: preferiamo 
che sia un meccanismo *naturale* di risposta collettiva, a spazzare via
l'idiozia di qualcuno/a. E se proprio e' necessario, siamo noi stessi/e,
quelli/e che seguono le mailing list, a metterci di buzzo buono a 
contestare con delle buone ragioni, le stronzate che altr* hanno 
postato. Indymedia si gestisce partecipando e non telefonando ai 
cellulari della gente intimando di togliere i post che non piacciono, 
perchè è molto più intelligente un commento che smonti il post piuttosto 
che un nascondimento.

8. Indymedia pensa che sia giusto ed indispensabile sensibilizzare i 
suoi utenti sull'importanza della tutela della privacy, che è per noi
fondamentale. Privacy è il diritto all'anonimato, il diritto alla tutela
dei dati sensibili (fotografie, nomi, inidrizzi, numeri di telefono)
nostri, di chi legge, di chi pubblica, di chi naviga, di chiunque. Per
questo motivo:
1) Invitiamo chiunque legga queste righe e creda nella necessità di
tutelarsi in questo senso ad informarsi su come farlo, al di là della
pubblicazione su questo sito (link a qualche cosa su criptazione e robe
così: autistici?).
2) Indymedia Piemonte non registra gli indirizzi IP [ 
http://it.wikipedia.org/wiki/Indirizzo_IP ] di coloro che pubblicano 
post su questo sito, garantendo così il completo anonimato di chi 
desidera pubblicarvi. (specifichiamo se ci sono dei rischi comunque? io 
non lo so ahimè.) Indymedia Piemonte si impegna a non divulgare mai 
alcun tipo di informazione o documento che possa ledere la
privacy di chiunque"
3) Indymedia edita, cioè sostituisce con xxxx, *qualunque* dato 
sensibile possa essere presete nei post (nome, indirizzo...) riguardante 
*chiunque*. Non ci importa se tali dati possano essere disponibili 
altrove o già pubblici (per esempio pubblicati su altri siti). Per 
Indymedia la scelta di tutelare l'anonimato e la privacy è una scelta 
fondamentale e politica.
4) Invitiamo chi pubblica materiale fotografico o video a farlo con
estrema cautela e nel rispetto più profondo di chi vi è ritratto in modo
riconoscibile. Il modo più sicuro per tutti di pubblicare questo tipo di
materiale è editare *sempre e comunque* i volti riconoscibili delle
persone ritratte prima di pubblicare (link con un howto). Internet vive 
in tempo reale e indymedia piemonte  non e' un'eccezione. Quando 
pubblichi qualcosa e' assai probabile che  venga immediatamente letta da 
polizia, digos, giornalisti di ogni  specie o dalla zia pina a cui 
sarebbe stato meglio non fare sapere  certe cose. E questo avviene IN 
TEMPO REALE, quando clicchi su pubblica  loro potenzialmente LO STANNO 
GIA' LEGGENDO cosi' come lo stanno gia'  leggendo migliaia di persone e 
altrettanto potenzialmente lo stanno  copiando e diffondendo 
ulteriormente sul web (cosa possibile anche in  modo totalmente 
automatico e senza intervento umano) impedendo di fatto mogni forma di 
modifica o cancellazione definitiva delle copie del post  sparse per la 
rete. Quindi pensaci duemila volte prima di pubblicare  qualunque cosa, 
pensa a proteggere te stesso e gli altri e valuta  attentamente se vale 
la pena rischiare.




Maggiori informazioni sulla lista Imc-torino