[Italy-editorial] sgrena

pepsy pepsy at inventati.org
Thu Feb 17 15:23:19 PST 2005


At 23:06 +0100 17-02-2005, pinna wrote:

>ho delle perplessita' su questi due paragrafi
>
>> Ci domandiamo se un sequestro del genere non vada a rafforzare proprio
>> quelle politiche che "a parole" dovrebbe indebolire o spaventare, una
>> ennesima dimostrazione della "barbarie dell'estremismo islamico" e della
>> necessita' di un <a
>> href="http://italy.indymedia.org/news/2005/02/732353.php">gendarme
>> sovranazionale</a> per tenerla a bada.
>
>mi sembra un'analisi un po' buttata li', non offenderti, non saprei
>fare di meglio e proprio per questo non propongo un'alternativa

Provo a spiegare il mio punto di vista.

Nelle guerre convenzionali si sono sempre fatti dei prigionieri e nessuna
delle parti in causa si e' mai sognata di accusare l'altra di aver
trattenuto con la forza qualcuno.

Nelle guerre non convenzionali, come quella attualmente in corso in Iraq,
oltre ai prigionieri vengono sequestrate anche persone che non sono
direttamente impegnate nel conflitto (non mi riferisco certo ai 4 mercenari
italiani) o che, addirittura (come nel caso delle Simone e della Sgrena)
sono - almeno stando a quello che si conosce - avverse alla guerra.

Non si tratta di persone "neutrali" (che non esistono) ma di persone che
sarebbero da annoverare fra i propri "amici" piuttosto che fra i propri
nemici. Per cui un conto e' il sequestro dell'ingegnere petrolifero che,
pur non sparando, e' una importante pedina nel gioco in corso ed altra sono
giornalisti o cooperanti di ong.

Non so in base a quale contorto ragionamento vengano fatti questo genere di
sequestri e sospetto anche che alcuni di essi siano delle black-ops, quello
invece di cui sono sicuro e' dell'effetto che tali azioni hanno. Ovvero
sono azioni che non "indeboliscono" ne' "spaventano" i nemici ma che anzi
riescono a ricompattare tutti quanti in nome dell'unita' nazionale (vedi
Italia) contro il "barbaro sequestro".

O davvero qualcuno pensa che Bush o Berlusconi si preoccupino se qualcuno
dei loro cittadini viene decapitato? Bush che gia' ne ha mandati al macello
un migliaio e Berlusconi che farebbe altrettanto?

Per cui o pensiamo, come BBB, che gli iracheni sono una razza inferiore ed
e' per questo che si comportano in modo cosi' sanguinario, oppure pensiamo
che siano delle emerite teste di cactus che non hanno ancora capito che
azioni del genere sono, oltre che ignobili, anche controproducenti.

>> Non abbiamo risposte definitive a queste domande ma sappiamo che la
>> liberazione di Giuliana, il ricongiungimento con le <a
>> href="http://www.shariahprogram.ca/articles/paradise-heaven-life-after-
>> death.shtml">Uri</a>
>> dei suoi rapitori e la partenza delle truppe che hanno invaso l'Iraq,
>> sarebbero un buon inizio.
>
>(eufemismo) non sono molto convinto sull'augurio di morte :|

Augurio di morte secondo i canoni del corrotto mondo occidentale.

Se esistono ancora delle persone cosi' ingenue da credere alle favolette
della religione, una qualsiasi, augurargli di raggiungere il loro paradiso
mi sembra di una gentilezza unica.

Comunque nessun problema a tagli e ritagli.

	ciao
	Pepsy



-- 
Troppo vecchio per giocare soltanto/Troppo giovane per non desiderare (Faust)



More information about the Italy-editorial mailing list