R: [imc-italy] Re: R: supporto o sopporto e linguaggio?

pwd9148 at inventati.org pwd9148 at inventati.org
Mon Aug 30 10:00:45 PDT 2004


Rispondo a questa mail perche' l'analisi di sbancor, per quanto faccia
incazzare Blicero (probabilmente a ragione), e' la cosa che assomiglia di
piu' ad un riassunto di facilitazione, per quanto esprima un punto di
vista personale di sbancor: e, di facilitazione, ne avevo bisogno, dopo
aver letto ieri tutte le mail agostane di italy list e di quell'altra
lista li' (altro che Baldini: la medaglia d'oro la meritavo io).
Cmq, segnalo un paio di cosette:

- prima di imbarcarmi in una segreteria legale che vada oltre genova io
aspetterei dei risultati (almeno parziali) del lavoro del gruppo di
supporto, poi farei un bilancio e deciderei se andare oltre. E il bilancio
non e' solo deciso dalle assoluzioni, ma da un'altra serie di variabili
soprattutto politiche (come si e' lavorato, come ci si e' relazionati con
il resto dei movimenti etc). E questo lo dico da persona che sta
partecipando, per quanto puo', al supporto, e non per frenare.

- Credo che se la segreteria legale partira', dovra' per prima cosa fare
rete e tessere relazioni con avvocati e altri attivisti di movimento gia'
attivi. Vi sono progetti (piu' o meno ectoplasmatici) simili alla
segreteria legale (simili, NON uguali), dal LTE alle
segreterie legali disob, e altri ancora: partirei con il relazionarmi con
loro, e cio' rimettera' in gioco molte cose di cui stiamo parlando ora. Io
le cose che ho letto nel resoconto di blicero le ho lette in altri
documenti simili, che non sono andati molto lontano.
Costruire una rete e' difficile perche' anche chi e' disposto a dare
l'anima per essa non puo' cmq essere piu' che un nodo della rete, e nulla
di piu'. Quindi tante iniziative che vogliono costruire reti equivalgono a
zero se non si mettono in relazione dall'inizio, e su un piano di umilta'.
Queste non sono critiche alla proposta, ma solo raccomandazioni di uno
poco informato. E se su queste cose siamo d'accordo, eviterei di parlare
della segreteria legale come se l'esistenza o meno di tale progetto
mettesse in dicussione la natura di indy: se il progetto vivra', vivra'
della promozione di indy e di molto altro che ci appartiene meno e che non
potremo determinare. Teniamone conto.
Altrimenti facciamo come a roma, in cui 3 (tre) assemblee cittadine
viaggiano in parallelo con l'obiettivo di mettere in rete i precari e le
precarie e non si parlano tra di loro.

Io davvero non capisco il problema di questa minkia di di segreteria legale.
Abbiamo paura che uomonero partecipi meno attivamente ad italy-list?
Abbiamo paura che porti sfiga perche' di solito il lavoro "antirep"
precede la morte dei movimenti? Mi pare un ragionamento da cicli di
Kondratieff, e lo lascerei ai trotzkisti.
Abbiamo paura che promuovere come indy la segreteria legale voglia dire
sottoporsi al giudizio etico-politico-morale di un milanese che non si
cambia mai, non si rade, non si taglia i capelli ed e' pure interista? Ma
va'. Io risponderei come Bondi quando gli parlano di berlusconi:
lasciamolo lavorare.
Siccome non mi vengono in mente altre ragioni per sta gazzarra, mi iscrivo
al partito di quelli che non stanno capendo: secondo me, nel 99% di
italy-list che non sta partecipando al thread siamo in tanti.
Queremos saber.

a


>
> 1. Partiamo dalle perquise e dall'utilizzo dei video da parte dei pigs.
Generano sensi di colpa. E come non capirli, giustificarli, teneramente
cercare di smussarli?
> 2. Dei compagni si impegnano allo spasimo nella difesa degli inquisiti.
2
> deriva da 1.? Difficile dirlo. Cmq supponiamo di no. Dei compagni si
impegnano
> più degli altri. E' qui il germe della frattrura.
> 3. Il lavoro di "difesa" (supporto) non coincide con i tempi e i metodi
di
> Indy. E mi sembra anche giusto, quando mai i tempi e i metodi di una
Procura
> coincidono con quelli del movimento?
> 4. Gli "impegnati" si sentono avanguardia, ma avanguardia isolata. Si
incazzano. Loro lavorano dieci e più ore al giorno, e gli Altri? 5. Gli
Altri avvertono il "malumore" degli Impegnati e si incazzano: non
vogliono essere messi sulla "graticola", per un "Impegno" che non
sentono
> come
> proprio.
> 6. I due gruppi si chiudono: il colloquio diventa impossibile: l'epiteto
sostituisce i ragionamenti.
> 7. Dinamiche asssai note e studiate: non per questo meno micidiali. 8. E
allora? Allora fermiamoci un attimo. Cerchiamo di capire, cioè di
"teorizzare" quello che ci sta accadendo. Perchè è gia accaduto, ed
avverrà
> ancora.  I linguaggi si scontreranno. I diversi "gradi" di attivismo si
accapiglieranno. Saremo tutti più poveri dopo.
> 9. Ognuno convinto della propria "identità": cioè irreparabilmente separato
> dall'Altro.
> 10. Vi prego fermiamoci e ragioniamo.





More information about the italy-list mailing list