[I'LL DO IT ] Re: [www-it] qualcuno può tradurre

pinna pinna at autistici.org
Tue Apr 12 03:52:09 PDT 2005


pubblicato come commento all'articolo.
da rivedere sintassi, ortografia e pulizia del foglio.

//che strage

ciao
pinna



i soccorritori hanno estratto dalle macerie 15 corpi e 58 persone ancora
vive. le strette strade che portano alla zona non consentono
facilmente di portare gru e mezzi per spostare le macerie piu'
grosse. polizia e vigili del fuoco dicono che l'edificio e' crollato
lunedi' dopo mezzanotte, con molti lavoratori ancora all'opera.
l'esercito ha portato cani da recupero e gru lunedi' mattina.
"lavoreremo tutta la notte e pensiamo di completare per domani", ha
dichiarato un ufficiale.

i parenti in ansia si sono uniti ai soccorritori per cercare
sopravvissuti intorno alle rovine del palazzo a Palashbari, a 30 km da
Dhaka, che ospitava una fabbrica di vestiti. "in pochi minuti la
struttura e' completamente crollata come un castello di carte", ha
riferito alla televisione un testimone. tutto cio' che ne resta ora sono
cumuli di mattoni e pezzi di cemento, su cui parenti e  soccorritori si
aggirano senza poter aiutare in alcun modo, a tratti chiamando i nomi
dei loro cari.

"sospettiamo che possano esserci fino a 500 persone sotto le macerie
(...), e decine di loro potrebbero gia' essere morte", ha dichiarato uno
dei sopravvissuti.

Abdul Hye, ufficiale della sicurezza, ha dichiarato che almeno 250
persone stavano lavorando durante il turno di notte alla fabbrica di
tessuti Shahriar.

Il Primo Ministro Begum Khaleda Zia si e' recata in aereo a Palashbari
nel pomeriggio, rimanendo visibilmente scioccata per le dimensioni del
disastro. "Dovranno essere impiegate tutte le risorse e i mezzi
necessari per accelerare i soccorsi; non voglio che qualcuno possa
morire per una negligenza", ha dichiarato, aggiungendo che il governo
avrebbe fatto il possibile per aiutare i sopravvissuti e le famiglie
delle vittime.

La polizia ha dichiarato che il crollo probabilmente e' stato causato
dall'esplosione di un bollitore all'interno della fabbrica. I vigili del
fuoco indagheranno ulteriormente per determinare le cause del disastro.

Shahid Alam, un ufficiale dell'Ente per lo Sviluppo di Dhaka ha
dichiarato che la fabbrica era stata costruita su una palude e senza
permessi. Il Ministro degli Interni, Lutfuzzaman Babar, ha visitato la
zona lunedi' ed ha espresso la propria irritazione per cio' che ha
definito una costruzione non autorizzata. I proprietari dell'immobile
non sono stati immediatamente reperibili. 

Familiari angosciati hanno cercato di contattare con i telefonini i loro
cari intrappolati sotto le macerie. "Fino a pochi minuti fa, mio
fratello Jamal mi stava chiamando sul cellulare. Ma ora non suona piu'",
ha detto Ruma Begum, aggiungendo "Sto cercando di contattarlo...ma non
risponde. Solo Allah sa cos'e' capitato".


More information about the www-it mailing list